BEN … ESSERE!

Il nostro Istituto vince anche il Bando Nuova Didattica Benessere a Scuola in partenariato con l'IC di Centallo

Data:

mercoledì, 27 maggio 2020

Argomenti
Notizia
nuova_didattica.png

BANDO CRC Linea Benessere a scuola – Relazione-Comunità-Scuola (Benessere a scuola e Cortili aperti)

Il progetto di rete prevede, in tutti e tre gli ordini di scuola, con modalità differenti, la costruzione di un ambiente accogliente che favorisca lo star bene a scuola e il benessere di tutte le componenti educative.
Nei vari ordini di scuola si ipotizza di organizzare attività e/o laboratori finalizzati al raggiungimento degli obiettivi descritti nel progetto.
I docenti, dopo una adeguata formazione, potranno mettere in atto la sperimentazione di laboratori, per far emergere le LIFE SKILLS nei ragazzi.
Per gli insegnanti si prevede una formazione sulle seguenti tematiche:
 “dinamiche in gioco e gestione conflitti in contesti educativi” per costruire un clima positivo improntato alla collaborazione
 promuovere ed educare le Life skills a scuola, capacità che permettono di trattare efficacemente le richieste e le sfide della vita quotidiana
 costruire un clima inclusivo
Per le famiglie si prevede:
 percorso sulle Life skills.
A conclusione del percorso si ipotizza la realizzazione di un evento-esposizione per poter esporre i lavori prodotti durante l’attività di sperimentazione con i ragazzi.
Per tutta l’utenza si prevede l’apertura di uno sportello d’ascolto con psicopedagogista.

Come si evince dal P.T.O.F. 2019-2022 l’Istituto Comprensivo di Chiusa di Pesio – Peveragno è articolato su nove plessi, su due Comuni confinanti, con una popolazione scolastica di circa 900 alunni.
Negli ultimi anni si è rilevato un aumento degli alunni stranieri da alfabetizzare residenti in entrambi i Comuni.
La scuola è punto di riferimento per enti e associazioni che svolgono la loro attività sul territorio e collabora alla realizzazione di progetti e attività comuni. Inoltre promuove la partecipazione attiva delle famiglie attraverso diverse modalità sia formali (“Associazione famiglie a Colori”) che informali. L’Istituto si pone come traguardo la riduzione della dispersione e dell’insuccesso scolastico, la promozione dell’inclusione e la valorizzazione delle risorse umane ampiamente intese. Il nostro Istituto, tenendo conto della propria specificità territoriale, mira a:
 Sviluppare le competenze chiave europee (in particolare “Imparare a imparare”,
“Competenze sociali e civiche”, “Spirito di iniziativa e imprenditorialità”)
 Favorire il successo scolastico di tutti gli allievi (con particolare riferimento alle varie tipologie di bisogni educativi speciali)
 Garantire il benessere fisico e psicologico di tutti gli allievi
 Stimolare il dialogo interculturale
Nel nostro Istituto intendiamo promuovere esperienze, situazioni di apprendimento e di arricchimento in un clima sereno, nel pieno rispetto dell’identità personale e nella valorizzazione delle diversità, relazioni di cooperazione e collaborazione tra tutte le componenti chiamate a interagire sia a livello scolastico che extrascolastico.
Il benessere interiore e la qualità della vita degli adulti di riferimento sono conditio sine qua non per il benessere dei bambini/e e dei ragazzi/e.
Le competenze emotive degli educatori (insegnanti e genitori) sono risorse impagabili per la società e per la scuola. Nessuno può insegnare ciò che non conosce e non ha sperimentato.
Tra gli obiettivi dell’iniziativa il nostro Istituto intende promuovere un ambiente umano con relazioni positive tra ragazzi e tutti i soggetti attivi coinvolti nel processo educativo e di apprendimento. In particolare si vorrebbe porre l’attenzione agli aspetti di criticità e di sostegno verso situazioni di bisogni educativi speciali, derivanti anche da disagi familiari. Tra le finalità del progetto vi è quella di aiutare l’alunno a costruire un’immagine positiva di sé e dell’ambiente che lo circonda in prospettiva del suo percorso scolastico e di crescita futuri.
In particolar modo:
 Migliorare lo stare a scuola
 Sviluppare le life skills
 Valorizzare le abilità individuali
 Assicurare una istruzione equa e inclusiva (Goal 4, dall’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile)
 Motivare lo studio
 Ridurre l’insuccesso e la dispersione scolastica
 Instaurare rapporti significativi con gli adulti di riferimento
 Fornire ai docenti strumenti di lettura delle manifestazioni del disagio scolastico
 Agevolare i rapporti tra docenti e famiglie nell’affrontare i linguaggi di disagio
 Approfondire le problematiche delle diversità e dell’accettazione dell’altro
 Facilitare momenti di incontro tra famiglie
Ricadute e impatti attesi dell’iniziativa
 Confronto metodologico e continuo tra docenti dei vari ordini di scuola
 Riduzione dell’insuccesso scolastico
 Sviluppo delle LIFE Skills
 Clima collaborativo e disponibilità al dialogo
 Interventi tempestivi e mirati in caso di disagio
 Partecipazione attiva in situazioni di dialogo e di scambio scuola –famiglia - territorio
Localizzazione
Verranno coinvolti tutti i plessi dell’Istituto: n.3 plessi scuola d’Infanzia, n.4 plessi di scuola Primaria, n.2 plessi di scuola Secondaria di I grado.
La Formazione dei docenti verrà svolta in rete.
Gli incontri per i genitori verranno organizzati in entrambi gli istituti proponenti.

Si ringrazia la Fondazione CRC per aver premiato anche questo nostro Progetto

Documenti

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi e analizzare il traffico.

Altri dettagli